Flavio Oreglio

Flavio Oreglio
Flavio Oreglio

Flavio Oreglio, classe 1958, è un cabarettista, musicista e scrittore italiano.

Pianista e chitarrista, cantautore e appassionato di ragtime, dal 1985 si è dedicato allo spettacolo, vincendo il “Premio Rino Gaetano”.

Ha al suo attivo numerosi album fra i quali “Melodie & Parodie” (1987), “Clownstrofobia” (1988), “Burlando furioso” (1994) che nel loro insieme costituiscono l’opera prima “Ridendo e sferzando”.

Ha collaborato con Aldo, Giovanni e Giacomo per gli aspetti musicali di “Ritorno al gerundio”(1993), “Aria di tempesta” (1994) e lo spettacolo “Tel chi el telùn” (1999).

Deve la notorietà alla partecipazione dal 2000 al programma televisivo “Zelig nel corso del quale recita delle surreali poesie precedute dal tormentone «Il momento è catartico. Atmosfera, grazie.»

Nel 2006 è ospite al Festival di Sanremo e alla prima puntata di “Zelig Circus e inizia una nuova tournée teatrale con lo spettacolo “Siamo una massa di ignoranti. Parliamone” , dal quale nasce l’omonimo libro e CD.
Nel giugno del 2011 esce il DVD che contiene lo spettacolo registrato al Teatro della Cooperativa di Milano dal titolo “RECITAL Siamo una massa di ignoranti. Parliamone“.

Nel settembre 2011 esce il libro per Salani “Storia curiosa della scienza – Le radici pagane dell’Europa seguito da una nuova produzione teatrale dal titolo “Sulle spalle dei giganti “.

 

Come e quando nacquero i perché – Reading show

 

Flavio Oreglio, uno dei personaggi più interessanti del panorama artistico attuale, sulla scia dei primi due volumi della sua “Storia curiosa della scienza”, propone un incontro-spettacolo in cui tra chiacchiere, letture e affabulazioni affronta il grande tema della scienza in modo divertente e satirico.

Forte della sua formazione scientifica e del suo talento narrativo, Oreglio – in veste di divulgatore – racconta la scienza, i suoi legami con la filosofia e i fatti e le idee straordinarie che hanno segnato l’intera storia dell’uomo attraverso l’epoca antica e il medioevo.

Si pensa che la storia racconti il come e il quando, mentre la scienza spieghi il perché delle cose. Esiste però la storia della scienza, che racconta come e quando nacquero i perché e gli eventi grazie ai quali il genere umano è arrivato a interpretare e trasformare la realtà del mondo. E’ una storia nata dalla curiosità, comune denominatore di più grandi pensatori del passato, da Talete ai dotti alessandrini, dai pensatori arabi a Galileo Galilei.

Un reading godibilissimo tratto da due saggi divertenti e dissacranti, ma al tempo stesso molto rigorosi: perché l’umorismo è il modo migliore per dimostrare che si fa sul serio.