Francesco Pugliese – Abbasso la guerra. Mostra fotografica e documentaria.

Francesco Pugliese "Abbasso la guerra. Persone e movimenti per la pace dall'800 a oggi"
Francesco Pugliese
“Abbasso la guerra. Persone e movimenti per la pace dall’800 a oggi”

Francesco Pugliese, docente di discipline giuridiche in Trentino, ricercatore dei movimenti di opposizione alla guerra, ha pubblicato tra l’altro:

  • I giorni dell’arcobaleno. Diario – cronologia del movimento per la pace, settembre 2002 – maggio 2003 con la presentazione di Alex Zanotelli, Futura edizioni, Mattarello (Tn), 2004;
  • Per Eirene- percorsi bibliografici su pace e guerra, diritti umani, economia sociale, Forum trentino per la pace e i diritti umani, Trento 2007;
  • Il movimento dei Partigiani della pace e le sue manifestazioni in Umbria, con la mostra itinerante, Manifesti raccontano…le molte vie per chiudere con la guerra (con Vittorio Pallotti), prefazione di Peter van Den Dungen e Joyce Apsel, Trento, 2014.

È stato, inoltre, appena pubblicato, il volume Carovane per Sarajevo. Promemoria sulle guerre contro i civili, la dissoluzione della Ex Jugoslavia, i pacifisti, l’ONU (1990-1999)per Mimesis Edizioni.

 

 

 

ABBASSO LA GUERRA

Persone e movimenti per la pace dall’800 ad oggi

Mostra fotografica e documentaria. 
Con l’alto patrocinio del Parlamento Europeo

 

 La Mostra, ideata e creata dal docente Francesco Pugliese, ha il patrocinio della Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze, l’adesione della Fondazione Museo Storico del Trentino, dell’Istituto di istruzione superiore don Milani di Rovereto, del Forum Trentino per la Pace e i Diritti Umani.

 Si compone di 24 pannelli di cm. 70×100; è uno strumento di conoscenza a 360° gradi, che racconta i percorsi verso la pace e l’educazione alla pace, punta a sostenere la memoria storica dell’opposizione e degli oppositori alla guerra e agli armamenti, dà spunti per riflettere sul principio del ripudio della guerra scolpito nell’art. 11 della Costituzione italiana e sulla Carta delle Nazioni Unite.

 Si colloca quest’anno nel centenario della prima guerra mondiale e, proprio in virtù di ciò, può dare un contributo a sostegno del pensiero europeista e alla riflessione sulla importanza del processo di integrazione europeo che ha proprio nella pace motivazione e finalità centrali.

 Da maggio 2013, la mostra ha avuto modo di approdare in diversi istituti superiori, situati in città quali: Trento, Rovereto (Centro di Educazione alla Pace), Brescia, Verone (all’interno del Museo Africano), Nomi (TN), Piacenza (al Festival del Diritto), Sondrio, Torino, Bologna -col patrocinio del Comune, della Provincia e della Regione Emilia Romagna-, Venezia, Roma (Casa della Memoria).

 La mostra accompagnerà la Fiera del Libro, dell’Editoria e del Giornalismo per tutta la  sua durata, durante i giorni 25-26-27 Settembre, nei pressi del Polo Museale.

 In loco, sarà disponibile anche la vendita del catalogo, i cui proventi saranno destinati per il 30 % all’associazione Emergency ONG ONLUS e, in parte, anche a un progetto per la costruzione di un pozzo d’acqua in Africa.