Leandro Limoccia

Leandro Limoccia

Leandro Limoccia
Leandro Limoccia

   Leandro Limoccia è nato a Napoli il 9 Maggio 1962 e vive a Portici.

   È dottore di ricerca in Diritto Comparato e Processi d’Integrazione e avvocato. Ha conseguito il Master Universitario in Mediazione familiare e dei conflitti interpersonali e il Master Universitario in valorizzazione e gestione dei beni confiscati alle mafie.

   Svolge attività didattica e scientifica presso il Dipartimento di Scienze Politiche «Jean Monnet» dell’Università degli Studi della Campania «Luigi Vanvitelli». In questi anni presso il Dipartimento di Scienze Politiche ha coordinato il corso «Società e Giustizia» e svolto ricerche sulla cittadinanza e le mafie.
Inoltre, è stato Docente di Sociologia della devianza e della criminalità e componente del Comitato Scientifico del Corso di Alta Formazione Dottrina Sociale della Chiesa e Costituzione Italiana, presso l’Istituto Superiore di Scienze Religiose «S. Pietro» di Caserta della Pontificia Facoltà Teologica dell’Italia Meridionale.

   Tra i suoi ultimi scritti: Cittadinanza digitale e legalità in Terra di Lavoro (2012); Diritto Penitenziario e Dignità Umana (2012); Reti d’imprese (2017).

 

 

Criminalità economica e casi studio

"Criminalità economica e casi studio" di Leandro Limoccia
“Criminalità economica e casi studio” di Leandro Limoccia

Leggendo l’importante lavoro di Leandro Limoccia, edito da Edizioni Scientifiche Italiane, vengono in mente diverse considerazioni: il nesso tra impresa e criminalità, tra la cultura politica di un paese e le trame illecite che la compongono, tra i codici comportamentali dei fuorilegge e i meccanismi legittimi dell’accaparramento.
Sono considerazioni dettate dalla lettura di questo testo, dal quale traspare in più punti la trasformazione della criminalità organizzata in Italia e la sua assimilazione a forme di crimine dei colletti bianchi.