Maria Serena Gruosso

Foto di Maria Serena Gruosso
Maria Serena Gruosso

Maria Serena Gruosso

Maria Serena Gruosso  nasce a Cerignola il 17 Agosto del 1997.

Ha conseguito il diploma presso il Liceo Scientifico A. Einstein e si è iscritta all’Università degli Studi di Urbino Carlo Bo, presso la Facoltà di Informatica Applicata.

Di recente ha pubblicato il suo primo romanzo, “La Prova dello Smeraldo“, primo capitolo della saga “Leggende di Solinphail”.

Nonostante sia ancora agli inizi, spera di poter continuare a scrivere anche nel futuro, così da poter arrivare a definire la scrittura un mestiere e non un semplice hobby.

 

Leggende di Solinphail. La prova dello smeraldo.

Copertina di "Leggende di Solinphail. La prova dello smeraldo"
Leggende di Solinphail. La prova dello smeraldo

Karen conosce solo il proprio nome. Ha un brutto carattere, non le piace la compagnia.

Da sempre, vive in un fatiscente orfanotrofio di Londra, dal quale fugge spesso, senza che nessuno si preoccupi della sua assenza. Durante una di queste fughe la sua vita cambia per sempre, perché così vuole il destino e al destino non si sfugge.

Non crede alla magia, così come non crede alle creature che popolano il mondo della magia stessa.

Poi, un giorno, sulla via per Buckingham Palace, incontra Air, parlantina esagerata e sorrisi irritanti, e decide di seguirla in giro per la città. All’improvviso, però, in una cabina semivuota della London Eye, la città scompare.

Sola e arrabbiata, si sveglia in un villaggio sperduto tra le montagne. Le persone spalancano la bocca quando la guardano, alcuni si inchinano. Tutti invocano una guerra di cui lei non sa e non vuole saper niente. Ma non può nemmeno tirarsi indietro, non quando così tanti le chiedono di combattere. E, prima ancora di accorgersene, Karen si ritrova inevitabilmente immersa in qualcosa che potrebbe richiedere molto più di quanto lei sia disposta a sacrificare… E senza possibilità di ritorno.

Un romanzo che, attraverso il genere fantasy, affronta temi come il razzismo, il rapporto genitori-figli, la paura dell’altro e di se stessi, i vincoli che non danno possibilità di scampo, l’angoscia di portare avanti delle scelte che possono cambiare i destini del singolo e del mondo intero.

Un’opera maiuscola, capace di colpire il cuore del lettore e catapultarlo in una dimensione fantastica, in cui orrore, magia, vendetta, amicizia, dolore e redenzione si susseguono senza soluzione di continuità.